San Martino: protesta nell’albergo dei rifugiati, interviene la polizia

SAN MARTINO (Pavia), 4 genn. – Chiedono di avere dei soldi per andare via e farsi una vita, come è successo in altre province, dove le associazioni o alcune fondazioni hanno messo a disposizione un gruzzolo da ripartire per i rifugiati ora che l’emergenza Nord Africa gestita dalla protezione civile è finita.

Ma non sono soldi pubblici, sono soldi dei privati, fanno sapere dalla Prefettura, e in Provincia non c’è nulla del genere: quello che al 28 febbario i rifugiati avranno in mano è un titolo di viaggio valido per spostarsi e cercare lavoro, e un permesso di soggiorno per motivi umanitari. E così dopo una settimana di incontri tra i delegati dei 23 profughi ospitati al Petit Hotel Giannino e i dirigenti della prefettura, ieri è scattata la protesta. E all’Hotel di via Turati sono intervenuti polizia e carabinieri per cercare di riportare la calma. I profughi, pare, volevano essere ricevuti ancora oggi in prefettura, ma non è stato possibile. E gli animi si sono scaldati. […] laprovinciapavese



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -