Gelli: “C’è troppa confusione, in Italia manca un uomo forte”

3 genn – ”Sono nel mio studio, vedo il cielo molto buio. E’ scuro. Molto. Anche se ci sono i monti. Oltre i monti, pero’, bisogna vedere quello che ci sarà…”. Licio Gelli, ex maestro Venerabile della Loggia P2, legge cosi’ l’attuale situazione politica. ”Alle prossime elezioni -spiega Gelli all’Adnkronos- ci sarà un grande astensionismo, una percentuale intorno al 40-45%. Prevedo che a settembre andremo a votare nuovamente…”.

”In questi giorni -fa notare il Venerabile- mi pare che all’estero, e soprattutto in Europa, l’Italia non sia stata nominata’‘, mentre sul fronte interno, ”ci sono troppe cose da pagare e tante ancora da fare. Monti ora promette di togliere le tasse, dopo averle create. C’è una grande confusione e nessuna chiarezza”.

Per Gelli ”bisogna togliere dalle liste chi è pregiudicato”, ma soprattutto ”manca all’Italia un uomo forte, con delle idee. Un uomo che prometta poco e mantenga molto. Ogni settimana dovrebbe raccontare al popolo quello che ha fatto e vuole fare”. L’ex Venerabile della P2 ne ha anche per il Cavaliere. ”Berlusconi -dice- ha delle questioni da sistemare. E poi, poteva tenere nascosta un altro po’ la nuova fidanzata. Dal punto di vista affettivo deve riguardarsi…”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -