Ecuadoriano uccise suo figlio, ma lei lo perdona “Voglio abbracciarlo”

3 genn – La chiamano mamma coraggio: un anno fa perse il figlio di appena 17 anni, ucciso da un coccio di bottiglia in un diverbio con un coetaneo a Sovico, nel Monzese.

La donna, però, dice di aver trovato la forza di perdonare l’assassino: “Voglio abbracciarlo” dice, “è giovane e questa è la cosa giusta da fare. Ha ancora tutta una vita davanti a sè. Prego per lui perché sia sereno e ci terrei a sapere che sta bene”.

Il ragazzo perdonato è Louis, ecuadoriano di 17 anni arrestato poche ore dopo l’omicidio mentre si nascondeva dietro a dei cespugli in un altro parco non lontano da quello del delitto. «Vorrei fare arrivare il mio abbraccio al ragazzo che mi ha tolto il figlio e ai suoi genitori, in attesa di un incontro perché deve vincere il bene». Carolina Cenzato, 52 anni, dopo quelle parole, viene chiamata “mamma perdono”.

«Ho pensato subito anche a questo ragazzo – spiega–. Mi sono detta: poteva essere Lorenzo che veniva a casa a dirmi: ho ucciso un ragazzo. Mi sono sentita nei panni di questo ragazzo. Io sono nel dolore, ma anche lui e la sua famiglia sono nel dolore».



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -