India: datore di lavoro bruciato e mangiato dai suoi dipendenti

2 genn – In India la polizia ha accusato i lavoratori di una piantagione di tè di omicidio e cannibalismo: avrebbero ucciso e poi mangiato il loro datore di lavoro, riferisce l’agenzia France Presse.

Nel mese di dicembre in una piantagione di tè dello stato di Assam i lavoratori avevano inscenato una rivolta. Circa 1.000 manifestanti avevano circondato e dato fuoco al bungalow del proprietario della piantagione. L’uomo e sua moglie vennero brutalmente uccisi e mangiati da diversi uomini.

Come emerso in seguito nelle indagini, la causa della ribellione fu lo sfratto di dieci lavoratori dalle loro abitazioni all’interno della piantagione. Inoltre l’arresto di tre operai da parte della polizia non era piaciuto ai lavoratori. italian.ruvr.ru

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -