Balduzzi: Stanziati 30 mln di euro per la salute degli immigrati irregolari

Condividi

 

2 gen – Il Ministro della Salute, Renato Balduzzi, oggi sottolinea – dopo il messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel quale il Capo dello Stato ha ricordato come un Paese solidale deve avere cura ”dei soggetti piu’ deboli, garantendoli dal timore della malattia e dell’isolamento” – l’importanza dell’Accordo sancito nei giorni scorsi dalla Conferenza Stato-Regioni per l’applicazione delle norme in materia di assistenza sanitaria a cittadini stranieri e comunitari.

L’Accordo reca il titolo ”Indicazioni per la corretta applicazione della normativa per l’assistenza sanitaria alla popolazione straniera da parte delle Regioni e Province Autonome italiane”. Il Ministro Balduzzi spiega che esso va nella direzione dell’accoglienza di ”chi arriva in Italia per cercare protezione da profugo o lavoro da immigrato e offrendo l’apporto di nuove risorse umane per il nostro sviluppo”, cosi’ come affermato dal Presidente Napolitano.

Si e’ reso necessario realizzare iniziative piu’ efficaci per garantire una maggiore uniformita’, nelle Regioni e nelle Province autonome, dei percorsi di accesso e di erogazione delle prestazioni sanitarie, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sui Livelli essenziali di assistenza (LEA). Balduzzi spiega che si e’ dovuto ”raccogliere in un unico strumento operativo le disposizioni normative nazionali e regionali relative all’assistenza sanitaria agli immigrati, anche al fine di semplificare la corretta circolazione delle informazioni tra gli operatori sanitari, poiche’ sul territorio nazionale e’ stata riscontrata una difformita’ di risposta in tema di accesso alle cure da parte della popolazione immigrata, che puo’ essere in contrasto con l’art. 32 della Costituzione”.

Tale accordo e’ la conclusione di un percorso avviato da oltre 4 anni sia con ricerche specifiche, come quella coordinata dalla Regione Marche e quella dell’Area sanitaria della Caritas di Roma, sia all’interno del Tavolo interregionale ”Immigrati e servizi sanitari” presso la Commissione salute della Conferenza delle Regioni e P.A.

(documento approvato nel settembre 2011). Non si tratta di una nuova legge ma del livello interpretativo delle norme esistenti. Infatti taluni ambiti sono gia’ applicati da alcune Regioni e nella Pubblica Amministrazione.

L’accordo prevede tra l’altro l’iscrizione obbligatoria al SSN dei minori stranieri anche in assenza del permesso di soggiorno e il prolungamento del permesso di soggiorno fino al compimento del primo anno del bambino alle donne extracomunitarie in stato di gravidanza. Finora al compimento del sesto mese dopo il parto le donne e il bambino venivano espulsi dall’Italia. Il Ministero della Salute nel recente riparto dei fondi destinati ai cosiddetti obiettivi di piano ha previsto una cifra vincolata di 30 milioni di euro per la tutela della salute degli stranieri extracomunitari privi di permesso di soggiorno. Il Ministro Balduzzi a questo proposito dichiara: ”Si tratta di iniziative che concretizzano l’art. 32 della Costituzione, perche’ nessuno sia escluso dai percorsi assistenziali in un’ottica di equita’ e di giustizia”.

Condividi l'articolo

 



   

4 Commenti per “Balduzzi: Stanziati 30 mln di euro per la salute degli immigrati irregolari”

  1. gli accordi tra stati il hanno già fatti alle nostre spalle ogni tot dei loro
    che legalizziamo da noi c’è un premio in soldi dallo stato che il ha espulsi

  2. è UNO SCHIFO 30 MNL DI EURO X LA SALUTE DEGLI EXTRACOMUNITARI??? E I NOSTRI MALATI DI SLA ??? A LORO SONO STATI TOLTI I FONDI CHE SERVONO X RIUSCIRE A VIVERE E SOPRAVVIVERE DICENDO CHE NON CI SONO… MA PER I NON ITALIANI SI
    è UNA VERGOGNA

  3. vivo in un paese di merda, appartenente ad una regione di merda facente parte di una nazione di merda quale è l’italia. Sono presidente di una associazione che si occupa di disabili, nel molise dove quelle pochissime agevolazioni di una volta sono state eliminate. Per noi nessun aiuto almeno che non ti allinei ai furbi, gente con 15 ettari di terreno che presenta il certificato di povertà ottenendo in tal modo un sussidio di 5.000 euro, almeno che non risulti funzionario della regione e prendi un premio di 13.000 euro anche se ti trovi in galera per avere rubato alla regione. Mi fermo comincio ad avere conati di vomito.

  4. io ho spento del tutto la tv quando Napolitano ha fatto il discorso di fine anno!! noi facciamo i sacrifici e lui si aumenta lo stipendi di 8000€ al mese ! vergogna!!! se noi italiani andiamo all’estero e non rispettiamo le regole del paese che ci ospita ci fanno a pezzi, noi li proteggiamo e poi ci dobbiamo anche sentir dire che dobbiamo togliere i crocefissi dalle scuole , dargli uno stipendio senza fare nulla, affamare una persona che ha lavorato una vita a scapito di un extracomunitario… una fettina di culo no?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -