Egitto: vince la costituzione basata sulla sharia col 64% di sì

23 dic – Il progetto di nuova Costituzione egiziana che definisce la ‘sharia”, la legge islamica, come fonte principale della legislazione nazionale e’ stato approvato dal referendum confermativo con il 64% dei si’. E’ quanto emerge dai risultati preliminari della consultazione svoltasi in due tornate. I risultati ufficiali saranno tuttavia resi noti solo lunedi’, una volta che ci sara’ stata la pronuncia sui ricorsi.

Mali: integralisti islamici tagliano le mani ai ladri applicando la sharia

Il 53% degli egiziani in Italia dice sì alla sharia

”Il popolo egiziano continua la sua marcia verso il completamento della costruzione di un moderno Stato democratico, dopo aver voltato la pagina dell’oppressione”, si legge in una nota diramata questa mattina dal partito dei Fratelli musulmani egiziani, Giustizia e Liberta’.

Secondo i calcoli diffusi da un funzionario dello stesso movimento ”il risultato finale della seconda tornata e’ stato 71% di si’ e il risultato complessivo delle due tornate e’ stato del 63,8% di si”’.

Una settimana fa, durante le consultazioni al Cairo e ad Alessandria, il primo turno scandi’ la vittoria dei si’ con il 57% delle preferenze. L’affluenza complessiva alle urne e’ stata del 32%.

L’opposizione, pur riconoscendo la vittoria islamista ha denunciato brogli e annunciato che in giornata terra’ una conferenza stampa per presentare ulteriori iniziative contro la nuova Carta costituzionale.

Intanto, sempre oggi il presidente Mohamed Morsi ha nominato 90 senatori aggiuntivi, tra cui otto donne e 12 cristiani, per favorire il ”dialogo nazionale” e tendere la mano all’opposizione laica. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -