Legalizzare l’eutanasia: associazione Coscioni avvia campagna con video choc

29 nov. – Un video di 5 minuti in cui un malato terminale chiede la possibilita’ di morire quando vuole lui, alcuni spot di 40 secondi e una proposta di legge di iniziativa popolare. La campagna per la legalizzazione dell’eutanasia, promossa dall’Associazione Luca Coscioni, e’ stata presentata oggi pomeriggio alla Camera dei deputati.

“Vogliamo creare un movimento per legalizzare l’eutanasia”, ha spiegato ai giornalisti il tesoriere dell’associazione, Marco Cappato, sottolineando che, in base a un recente sondaggio Ipsos realizzato per il Gezzettino, “il 62 per cento degli italiani e’ favorevole all’eutanasia”.

In merito alla proposta di legge di iniziativa popolare, “inizieremo a raccogliere le firme, per poter depositarla in Parlamento, nelle prossime settimane”, ha specificato Cappato. “Si tratta di una proposta di legge composta da 4 articoli”, ha aggiunto Filomena Gallo, spiegando che il testo prevede la possibilita’ per un malato di rifiutare le cure, introduce sia un risarcimento del danno a carico del personale sanitario che non rispetti la volonta’ manifestata dal paziente che l’esclusione dei reati di omicidio e di aiuto al suicidio previsti dal codice penale e, infine, prevede il testamento biologico. “Portiamo avanti questa battaglia per aiutare la gente a morire dignitosamente”, ha affermato Emilio Coveri, presidente dell’associazione Exit Italia, promotrice della proposta di legge insieme con l’associazione Luca Coscioni.agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -