Terzi: Italia in prima linea contro la pratica disumana delle mutilazioni genitali femminili

Condividi

 

24 nov – ”L’Italia e’ in prima linea per l’adozione di una risoluzione Onu che bandisca la pratica disumana delle mutilazioni genitali femminili. Una battaglia che deve essere vinta”. Cosi’ il ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant’Agata, intervistato da ”Io Donna”.

Bimbe infibulate: genitori assolti «perché il fatto non costituisce reato»

”L’Africa – aggiunge – e’ anche la regione del mondo in cui concentriamo la maggior parte dei programmi di sostegno alle donne, con un investimento di 30 milioni di euro negli ultimi 3 anni. Finanziamo progetti in molti Paesi del Continente, in particolare nell’agricoltura, nella formazione e nel microcredito. Al lavoro delle donne si deve l’80% della produzione agricola dell’Africa subsahariana cui pero’ non corrisponde un’effettiva parita’ delle opportunita’ di promozione sociale. Le donne devono invece essere protagoniste della vita sociale, economica e politica in ogni Paese”. asca

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -