L’Interpol libera 400 bambini costretti a lavorare nelle miniere d’oro in Burkina Faso

Condividi

 

24 nov – Le forze dell’ordine sono riuscite a liberare in un’operazione internazionale guidata dall’Interpol circa 400 bambini rapiti, costretti a lavorare nelle miniere d’oro del Burkina Faso, riferisce oggi l’agenzia di stampa sudafricana Sapa.

Secondo l’Interpol, i bambini rapiti erano originari dei Paesi dell’Africa occidentale. Lavoravano in condizioni estremamente dure, tra cunicoli e grotte ad una profondità di 70 metri, dove c’è poca aria ed inoltre non venivano pagati e non ricevevano un’istruzione. I bambini sono stati inviati negli orfanotrofi per ricercare loro una nuova famiglia e iniziare una nuova vita. italian.ruvr.ru

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -