La UE ammette la presenza di un nuovo virus negli animali

24 nov – I rappresentanti dell’Unione Europea hanno riconosciuto la presenza in Europa di un nuovo ceppo di virus, responsabile della pericolosa malattia “febbre catarrale dei ruminanti” (anche “Bluetongue”, “lingua blu”), ha fatto sapere il Dipartimento Federale Russo di Veterinaria.

Ieri mattina l’organo statale russo aveva accusato la Commissione Europea di nascondere alla Russia e alla comunità internazionale di aver registrato 14 casi del virus della febbre catarrale, di cui non esiste vaccino, e dove la merce sia consegnata.

Solo dopo le proteste russe, l’Unione Europea ha riconosciuto la presenza del pericoloso virus in Europa. La vicenda è stata insabbiata per evitare gravi perdite economiche a causa del divieto di fornitura della carne europea. italian.ruvr.ru



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -