Arcivescovo Abuja: I tempi per un papa nero sono maturi da San Pietro

24 nov. – I tempi per un Papa nero “sono maturi sin dai giorni di San Pietro”: e’ la convinzione espressa dall’arcivescovo della capitale nigeriana Abuja, John Olorunfemi Onaiyekan, in un’intervista concessa all’Agi prima di partire per Roma per il Concistoro che lo ha creato a cardinale.

Nigeria, arcivescovo Abuja: governo dialoghi con terroristi islamici Boko Haram

“Mi trovavo a Roma con altri 300 vescovi quando ho ricevuto un sms del Segretario di Stato del Vaticano con il quale mi chiedeva di andare da lui perche’ aveva bisogno di parlarmi“, ha rievocato il 68enne arcivescovo a proposito dell’annuncio ricevuto il 22 ottobre. Onayekan, uomo colto, slanciato e dal carisma innato, e’ il quarto cardinale della Nigeria, di cui tre sono ancora in vita.

Con la sua creazione, sale a undici il numero dei cardinali africani. Nato il 29 gennaio 1944 a Kabba, nello stato federale centro-meridionale di Kogi, Onaiyekan fu nominato vescovo il 6 gennaio 1983, tanto da diventare a 38 anni il piu’ giovane prelato di sempre della Nigeria. Ordinato sacerdote nel 1969, Onaiyekan e’ stato presidente della Conferenza episcopale nigeriana dal 1999 al 2006, dell’Associazione dei cristiani della Nigeria (Can) ed e’ membro permanente, su nomina di Papa Giovanni Paolo II, del Sinodo dei vescovi di Roma.

Due delegazioni nigeriane hanno seguito Onaiyekan in occasione del Concistoro per la creazione a cardinale: una composta da membri della sua famiglia, la seconda, guidata dal presidente del Senato David Mark, costituita invece da alte personalita’ della vita pubblica nigeriana . agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -