Riccardi: “la nostra cultura pubblica arretrata rispetto all’immigrazione”

23 NovIntervento del ministro alla Conferenza internazionale Energythink: “Gli immigrati sono un grande fattore di crescita per il nostro Paese”.

A dirlo è stato il ministro per la Cooperazione internazionale, Andrea Riccardi, nel suo intervento di ieri alla quinta Conferenza internazionale Energythink, organizzata da Eni e Legambiente in collaborazione con l’Università Bocconi. “Dopo un anno di lavoro – ha detto Riccardi – mi sono reso conto dell’arretratezza della nostra cultura pubblica riguardo all’immigrazione”. Il ministro, poi, ha sottolineato: “bisogna parlare di mobilità, non di immigrazione. I migranti creano contatti con i loro Paesi, quindi sono un ponte tra il nostro ed il loro”.
Riccardi, a margine dell’incontro, ha invece spiegato che “in un anno di crisi come questo la cooperazione italiana ha aumentato il suo budget e questo significa che l’Italia crede che la cooperazione sia significativa per la sua ripresa e la sua crescita”.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -