Disastro Monti: in 9 mesi uscite dal mercato 55mila aziende

22 nov – Gli effetti della crisi vanno ben oltre l’ondata di fallimenti che ha colpito le imprese dalla seconda metà del 2008. Allargando il campo di analisi a tutte le procedure concorsuali e ai casi di liquidazioni emerge un impatto molto più significativo della recessione: tra gennaio e settembre del 2012 sono uscite dal mercato 55mila aziende, un valore record nel decennio, che supera quello già negativo dello stesso periodo del 2011 (+0,8%).

I dati di Cerved Group sui primi nove mesi evidenziano un incremento di tutte le forme di uscita dal mercato delle aziende: i fallimenti, che sfiorano quota 9mila (+2% rispetto ai primi nove mesi 2011), le procedure concorsuali non fallimentari (1.500, +7,3%) e le liquidazioni (45mila, +0,3%). Il 2012, in particolare, è un anno di forte incremento di quest’ultimo fenomeno per le società di capitale: aumentano dell’8,9% considerando l’intera platea di società di capitali e addirittura del 27% tra le aziende con asset in bilancio di almeno 2 milioni di euro.

In particolare, nei primi nove mesi sono state liquidate più di 5mila società affidabili secondo i punteggi di bilancio di Cerved Group (+7%). Se si restringe l’attenzione alle imprese con asset superiori a 2 milioni, il numero scende a 285, ma l’incremento è pari al 17%. tmnews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -