Monti agli sceicchi: ci sono buone opportunita’ di fare investimenti in Italia

18 nov. – “Non posso garantire per il futuro, sarei gia’ contento se potessi migliorare il presente come credo stiamo facendo con lo sforzo di tutti”. Lo dice Mario Monti parlando alla stampa italiana e del Kuwait e rispondendo a chi gli chiede se abbia fornito garanzie anche per cio’ che accadra’ in Italia dopo il suo mandato.

“Credo che chiunque – afferma il presidente del Consiglio – abbia in mente un impegno futuro, chiunque governera’ deve avere come obiettivo non solo quello di garantire le imprese italiane ma anche quello di continuare a garantire la trasformazione della societa’ italiana in termine di crescita, giustizia, lotta alla corruzione all’evasione”.

“I piu’ avveduti, quelli che sono in grado di valutare il percorso di risanamento e di riforme messo in campo dal governo, ritengono che l’Italia abbia imboccato la strada giusta e promettente.

Un anno di “Governo dei Professori”: i dati piu’ eclatanti del disastro

Ritengo che ci siano oggi buone opportunita’ di fare investimenti in Italia“. Mario Monti al termine della sua prima tappa del suo viaggio nei Paesi del Golfo Persico si rivolge ai potenziali investitori. “Questo e’ un momento buono” per acquistare a buon mercato asset “destinati a rivalutarsi”, sottolinea il presidente del Consiglio. “L’Italia ha imboccato una strada profuicua e promettente”, questo e’ il momento giusto per gli investitori esteri di “acquistare a buon mercato assets a reditto fisso, equities, real estate destinate a rivalutarsi. “Se si rimette in carreggiata l’Italia ha potenziale di crescita maggiore rispetto agli altri Paesi”, dice Mario Monti al termine della prima tappa del suo viaggio nei Paesi del Golfo Persico.

“Stiamo formando – ripete il premier – un sistema italiano per la promozione degli investimenti. In Kuwait oggi c’e’ ancora poca presenza di imprese italiane”. “Da parte kuwaitiana non c’e’ scarsita’ di capitali per finanziare le opere”, dice ancora il premier che sottolinea come il piano di sviluppo del Kuwait – 150 miliardi di dollari negli anni 2010-2014 – possa rendere ancora piu’ forti i rapporti tra Italia e Kuwait. “Io auspico e mi aspetto che si possano approfondire i rapporti con gli investitori del Kuwait per sviluppare una forte cooperazione”, afferma il presidente del Consiglio.
“C’E’ BISOGNO CAPITALI PER CRESCITA”

Le valutazioni degli asset “sono ai minimi storici” e “c’e’ bisogno di capitali per favorire la crescita“. E’ il messaggio che Mario Monti consegna ai potenziali investitori del Kuwait, durante la prima tappa del suo viaggio nei Paesi del Golfo persico. “Quello che abbiamo illustrato ai potenziali investitori – afferma il premier – e’ che ci troviamo in un momento in cui “sia i titoli a reddito fisso” sia per quanto riguarda gli asset “la valutazione e’ bassa”, oggi – quindi – “c’e’ l’opportunita’ di fare buoni investimenti in Italia”.

Monti nella conferenza stampa sottolinea “il piano di sviluppo imponente” messo in campo dal governo kuwaitiano, “il nostro compito – dice il premier – e’ quello di promuovere le imprese italiane e favorire il sistema Italia”, ovvero “far partecipare le imprese italiane alle numerose gare che il piano di sviluppo” del Kuwait prevede. “Il nostro compito e’ quello di portare in questi Paesi le liste delle imprese per assicurarsi queste commesse”, conclude Monti. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -