UE: oltre 2 mld di euro a fondo perduto per promuovere auto elettrica

14 nov – Ridare slancio alla competitivita’ dell’industria europea dell’auto: questo l’obiettivo del piano Cars 2020 approvato oggi dalla Commissione Ue su proposta del vicepresidente Antonio Tajani. Il piano, nell’ambito del quale dovrebbero essere messi a disposizione oltre due miliardi di euro di finanziamenti Ue a fondo perduto da utilizzare tra il 2014 e il 2020 per iniziative di R&S, punta sullo sviluppo dell’auto verde e di quella elettrica, nonche’ sul coordinamento delle ristrutturazioni industriali.

A questo proposito, tra fine novembre e inizio dicembre Tajani, ha annunciato lui stesso, incontrera’ sindacati, costruttori e ministri. L’incontro con i sindacati avvera’ ”entro fine novembre”, quello con l’industria ”il 6 dicembre”, e il ”9 dicembre” con i ministri Ue, che il 10 discuteranno della crisi del settore auto anche al Consiglio competitivita’.

Secondo l’Associazione europea costruttori auto (Acea), il nuovo piano Ue per il rilancio del settore auto ”contiene buoni principi” ma ”e’ urgente che questi siano tradotti subito in azioni concrete”. Il focus di Bruxelles su politiche a lungo termine e’ ”necessario ma non sufficiente”, perche’, sottolinea ancora l’Acea, dato il processo di ristrutturazione del settore attualmente in corso, ”l’Ue deve usare tutti i mezzi a sua disposizione per mitigarne le conseguenze economiche e sociali”. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -