Siria, Russia contro Usa: no a nuovi leader imposti dall’esterno

3 nov – “I tentativi di alcuni ‘sponsor occidentali’ dell’opposizione siriana di imporre dall’esterno un elenco di futuri leader del paese sono in contrasto con gli accordi siglati a Ginevra“.

Lo ha scritto sul suo profilo Twitter il vice ministro degli Esteri russo Gennady Gatilov, con un chiaro riferimento agli Stati Uniti e a suoi sforzi per suggerire un elenco di leader per il dopo-Assad, confermati dal Segretario di Stato Hillary Clinton.

Il vice ministro ricorda infatti che nell’accordo sulla transizione siglato in Svizzera si dice che il “governo di transizione deve essere formato per mutuo consenso da parte del governo e dell’opposizione“. Washington ha piu’ volte chiesto la creazione di una nuova forza di siriana che sostituisca il Consiglio nazionale siriano (Cns), che considera inefficiente. aki

Esteri russo Gennady Gatilov, con un chiaro riferimento agli Stati Uniti e a suoi sforzi per suggerire un elenco di leader per il dopo-Assad, confermati dal Segretario di Stato Hillary Clinton.

Il vice ministro ricorda infatti che nell’accordo sulla transizione siglato in Svizzera si dice che il “governo di transizione deve essere formato per mutuo consenso da parte del governo e dell’opposizione”. Washington ha piu’ volte chiesto la creazione di una nuova forza di siriana che sostituisca il Consiglio nazionale siriano (Cns), che considera inefficiente.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -