Casini: Berlusconi è in ”decadenza dannunziana”, impressione penosa

3 nov – Una ”decadenza dannunziana” per il leader Udc Pier Ferdinando Casini sta caratterizzando il tramonto politico di Berlusconi.

Casini che ne ha parlato in una intervista a ‘Repubblica’, dice di avere avuto un’impressione ”penosa” del Berlusconi della esternazione a Villa Germetto.

”Un’impressione francamente penosa. Una caricatura -ha detto Casini- di venti anni fa. Lui ha lasciato il governo compiendo una scelta responsabile, dolorosa, Ma ogni epilogo dovrebbe avere i requisiti della dignita’ e del decoto. A Lesmo abbiamo assistito a scene da decadenza dannunziana”.

E nell’intervista Casini chiude la porta agli appelli di nuovo dialogo con Berlusconi e il Pdl parlando di ”appelli ridicoli” che gli vengono rivolti. ”Io -spiega- non voglio chiudere il dialogo, ma c’e’ ormai una doppia anima nel Pdl.

Quella di Berlusconi e quella di Alfano, che pur coi limiti visibili sta cercando di dare un’impronta di maggiore serieta’ al partito. Io preferisco dialogare con chi, come me e Bersani, ha impostato la politica del governo Monti. Ad ogni modo non possiamo pagare le contraddizioni di un Pdl che compie un passo avanti e due indietro. Gli appelli che ci vengono rivolti li trovo ridicoli, patetici, dopo anni di attacchi in cui non hanno mai smesso di darci per morti”. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -