Grilli: “Guai a cambiare agenda Monti, i mercati ci punirebbero”

22 ott – ”La cura ha fatto effetto e camminiamo verso la guarigione. Ma non siamo fuori pericolo: dobbiamo continuare con le terapie, consapevoli che la convalescenza e’ una fase delicata e il rischio di una ricaduta esiste sempre”. Il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, in un’intervista all”Avvenire’, parla dell’Italia come di un malato che finalmente e’ riuscito ad alzarsi dal letto.

Disastro Monti, Coldiretti: sono 3,3 milioni le persone affamate in Italia

”C’e’ un Paese che soffre, ma e’ lo stesso Paese che capisce -continua Grilli- che dimostra maturita’, consapevolezza, anche unita’: quello che si e’ fatto e’ frutto di un impegno collettivo”.

Codacons: povertà di 8 mln di persone è una vergogna e un’infamia

Grilli poi, sottolinea che ”a volte si fatica a comprendere e accettare che non sara’ mai piu’ come prima. In linea di massima sono meno preoccupato di qualche mese fa, perche’ ormai l’Italia ha davanti a se’ un percorso gia’ tracciato. C’e’ un’agenda europea da cui derivano scelte che non potranno essere cancellate”.

In Italia ci sono 50mila senzatetto, lo 0,2% della popolazione

Insomma, spiega Grilli ”non c’e’ spazio per controriforme e nemmeno per chi dice ‘ora i mercati sono a posto, si puo’ fare marcia indietro’. No, non si puo’ fare. La strada presa e’ giusta, i mercati ci stanno ridando credito, ma guai a dare l’impressione che l’Italia e l’Europa non possano pensare di cambiare direzione. Cambierebbero immediatamente direzione anche loro, con velocita’ impressionante”. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -