Cristianofobia: A Zanzibar pulizia etnico-religiosa.

ROMA, 20 Ott – Grave preoccupazione» per gli attacchi alla minoranza cristiana nell’isola di Zanzibar è stata espressa dal sociologo Massimo Introvigne, coordinatore dell’Osservatorio della Libertà Religiosa istituito dal Ministero degli Esteri. «La campagna dei separatisti che chiedono di dividere Zanzibar dalla Tanzania – spiega Introvigne – è da tempo dominata da ultra-fondamentalisti islamici che cercano di espellere dall’isola la minoranza cristiana, in gran parte ostile al separatismo. Negli ultimi giorni la sparizione del leader ultra-fondamentalista islamico Farik Hadi, che la polizia afferma di non avere arrestato, e un oscuro incidente in cui un quattordicenne cristiano è accusato di avere urinato su una copia del Corano accogliendo la sfida di un coetaneo islamico, hanno portato a rinnovati attacchi alle chiese cristiane. Da maggio a oggi ne sono state bruciate oltre quaranta». Introvigne denuncia il ruolo dell’UAMSHO, l’Associazione per la Mobilitazione e la Propaganda Islamica, nel promuovere i tumulti e afferma che «si precisa sempre di più il disegno di una pulizia etnica per far sparire i cristiani da Zanzibar».

Tratto da: La Stampa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -