Nirenstein: premio Nobel a Europa melanconico e ridicolo

12 ott – ”L’assegnazione del premio nobel per la pace all’Unione Europea ha qualcosa di melanconico e anche di ridicolo come capita spesso a tutte le scelte politically corretc. E’ una scelta che si ricollega ai vari premi Nobel assegnati per compiacere il gusto popolare come quelli a Obama subito dopo la sua elezione, a Jimmy Carter, a Mohammed El Baradei, ad Arafat e persino a Rigoberta Menchu per la quale le informazioni di base per l’assegnazione del premio risultarono fallaci”.

Ad affermarlo e’ Fiamma Nirenstein, Pdl, vicepresidente della Commissione Esteri della Camera, che aggiunge: ”L’Europa e’ oggi teatro di scontri ideologici e politici che ancora non trovano una soluzione, tant’e’ vero che la crisi economica che la attanaglia ha portato pochi giorni fa in Grecia a una manifestazione contro Angela Merkel cui sventolavano bandiere con la croce uncinata.

L’Europa e’ lontana, anche se e’ una delle grandi speranze del nostro tempo e del mio stesso cuore, dall’aver risolto i suoi conflitti interni ed esterni e come garante di pace e’ stata un completo fallimento quando si e’ occupata del processo di pace mediorientale”. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -