Faac, timori di sindacati e lavoratori: salvaguardare l’azienda

BOLOGNA, 12 OTT – La decisione del Tribunale di Bologna di sequestrare i beni di Michelangelo Manini, proprietario della multinazionale dei cancelli Faac, genera preoccupazione nell’azienda, lasciata in eredità alla Curia.

Sindacati e lavoratori temono che la curatela, con una mera gestione ordinaria, non riesca a tenere il ritmo di un’azienda flessibile, abituata ad acquisizioni nel mondo. Anche Ascom Confcommercio auspica che Faac ”possa tornare rapidamente a una gestione imprenditoriale”. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -