La Bei presta centinaia di mln di euro al Marocco per industria e agricoltura

10 ott – BRUXELLES – La Banca europa d’investimenti (Bei) ha concesso un prestito di 130 milioni di euro all’industria OCP SA in Marocco, per rendere piu’ moderne le sue strutture e aumentare la sua capacita’ di produzione. In particolare, questi fondi finanzieranno la costruzione di due impianti per la trasformazione e l’arricchimento di fosfati a Khouribga e di altri due impianti per la produzione di acido solforico a Safi, al posto di quelli attualmente esistenti.

La UE regala al Marocco altri 112 milioni di euro, di cui 37 per la protezione forestale

La UE regala altri 45 milioni di euro al Marocco

La UE regala 126 milioni di euro al Marocco per sostenere la riforma sanitaria

La stessa Bei ha da deciso recentemente di finanziare con 100 milioni di euro lo sviluppo di nuovi parchi tecnologici di MEDZ, in Marocco. Si tratta di un’impresa sussidiaria di CDG Development, che ha deciso di creare sette parchi tecnologici in tutto il Paese, per fornire infrastrutture e servizi di standard internazionali e rilanciare lo sviluppo e la competitivita’ delle aziende marocchine, tramite la formazione e la ricerca e lo sviluppo nel campo tecnologico.

Sviluppare un sistema agricolo moderno, assicurando una gestione efficace e sostenibile delle risorse idriche: questo e’ l’obiettivo del prestito di 42,5 milioni di euro della Banca europea d’investimenti (Bei) destinato al ‘Piano Marocco verde’, che dovrebbe andare a beneficio di circa ottomila piccoli agricoltori.

Il prestito aiutera’ a finanziare le azioni prioritarie del programma nazionale di risparmio idrico per l’irrigazione, che prevede lo sviluppo di un’agricoltura moderna di alto livello, l’aumento della diversita’ delle colture, con soluzioni di irrigazione sostenibile. ansamed



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -