Investitori fuggono dall’Italia, deflusso capitali per 235 miliardi di euro

10 ott – Tra giugno 2011 e giugno 2012 l’Italia ha sofferto una fuga degli investitori esteri a causa dell’intensificarsi della crisi del debito. Il deflusso e’ stato di 235 miliardi di euro, l’equivalente del 15 per cento del Pil. Lo rivela il Fondo Monetario Internazionale nel Global Financial Stability Report, secondo cui la fuga di capitali ha colpito anche la Spagna. L’economia iberica ha perso 296 miliardi, pari al 27% del Pil del Paese.

”L’intensificazione della crisi si e’ manifestata in deflussi di capitali dalla periferia verso il centro (dell’area euro) con dinamiche che tipicamente si associano a crisi valutarie e bruschi blocchi degli investimenti – si legge nella relazione -.

Sia la Spagna che l’Italia hanno sofferto massicci deflussi di capitali nei 12 mesi conclusi a giugno: dell’ordine dei 296 miliardi di euro per la Spagna, ossia il 27 per cento del Pil, e di 235 miliardi di euro per l’Italia, il 15 per cento del Pil”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -