Reggio Emilia: Minacce e atti persecutori contro la moglie, arrestato marocchino

6 ott – Una vicenda di violenze dai contorni primordiali quella di cui, per troppi anni, e’ rimasta vittima una 40enne marocchina residente a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia. Il divieto di dimora non e’ infatti bastato per porre fine ai gravi atti persecutori posti in essere dall’ex che ora e’ finito in carcere.

Il Gip del Tribunale di Reggio Emilia ha disposto l’arresto per il 45enne. La vittima, costretta a sposarsi per imposizione dei familiari, ha ricevuto umiliazioni e violenze durante una vita coniugale nel corso della quale la coppia ha avuto due bambini. Nel 2010 la fuga della donna che con i suoi due piccoli trova ospitalita’ in una struttura protetta. Il Giudice nel novembre del 2010 ha emesso il provvedimento di allontanamento dalla casa familiare per il marito, e la donna e’ ritornata a vivere nella casa.

Le persecuzioni non sono terminate e cosi’ la Procura ha emesso un provvedimento cautelare di divieto di dimora il 4 settembre scorso. Provvedimento violato i primi di ottobre quando l’uomo si e’ presentato sul posto di lavoro dell’ex moglie dicendo: ”T’ammazzo, non ti faro’ piu’ vivere, saro’ la tua ombra”. L’uomo e’ stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -