Siri (Pin): Grillo, chi l’ha visto?

ROMA 05 Ott – Migliaia di persone hanno perso il lavoro, altre decine di migliaia non lo trovano, le aziende e le famiglie sono nel pieno del disastro economico, le pensioni dei nonni non bastano più.
Le banche non erogano mutui, le case non si comprano e non si vendono ma si pignorano. Le aziende più importanti del Paese sono svendute per pochi spiccioli a gruppi finanziari stranieri, l’opposizione al Governo è sparita, non esiste
più né in Parlamento né nella Società.
L’Autunno in piazza degli studenti e degli operai è sparito. Il fisco annusa ogni angolo pronto ad azzannare chiunque abbia ancora un po’ di sangue nelle vene. Dovrebbero pagare i ricchi per dare ai poveri. Invece fino ad oggi la ricchezza è stata spremuta da questo Stato ingiusto per NUTRIRE Se stesso e i poveri sono più poveri di prima.

La povertà è arrivata anche a SCUOLA, che dovrebbe essere la PRINCIPALE INDUSTRIA DEL PAESE! Ma che succede in Italia?
I politici che siedono nei posti di Potere sono ormai al servizio dei Gruppi di Potere Economico Finanziario. Nessuno fiata, nessuno rompe le righe, tutti sussurrano e restano in trepida attesa di veder riconfermato il proprio posto per altri 5 anni
infischiandosene del bene dei Cittadini. I Sindacati, le ACLI, la chiesa, le cooperative bianche, quelle rosse, gli industriali, Montezemolo, Giannino, Pinco, Pallino e tutta la politica tradizionale si vuole riunire in un grande listone nazionale “per l’Italia” a sostegno di un MONTI BIS.

Monti fa finta di nicchiare e deve solo scegliere tra il Quirinale e Palazzo Chigi, pronto a completare il progetto di smantellamento della Sovranità Nazionale ridotta ormai ai minimi termini.

In questo panorama tragico, un gruppo di giovani sia di età che per impegno politico hanno deciso di alzare una bandiera. La bandiera della Fierezza, del Coraggio, degli ideali e della filosofia. Hanno un progetto Fiscale Nuovo, chiedono un’Assemblea Costituente per una Nuova Costituzione, chiedono il rispetto della Sovranità del Popolo Italiano.

Questi ragazzi, questi Cittadini, si sono Accorti di Essere la Chiave del Cambiamento! Di essere il PIN! Non si aspettano nulla dagli ALTRI ma chiedono moltissimo a SE STESSI. Perché nessun cambiamento FUORI può avvenire se prima non avviene DENTRO.
I media più importanti cercano di ignorare questa realtà, la politica tradizionale guarda questo movimento come chiunque guarderebbe dal retro di una teca un animale esotico.
L’unica realtà che sembrava rompere gli schemi era il MOVIMENTO 5 STELLE. Ma GRILLO E CASALEGGIO non vogliono collaborare con nessuno, hanno detto. Bene. Del resto l’importante è l’obiettivo. Ma dove sono? In piazza non si vede nessuno. Quando abbiamo manifestato in un centinaio davanti al Parlamento per chiedere che non venisse ratificato il MES dove erano le migliaia di migliaia di militanti del Movimento?
Qual è il loro progetto per il LAVORO, la SCUOLA, la ripresa Economica e Sociale del Paese?? Una volta che abbiamo cacciato i ladri, che abbiamo rottamato i vecchi, quali sono i progetti?
Stiamo tutti su internet a protestare, a indignarci, a lamentarci. Bene. Ma non basta. “Divide et impera” è il motto di ogni Sistema di dominio. I Cittadini si lamentano e si
arrabbiano ma debbono cominciare ad immaginare che non si può sapere solo quello che non ci piace, occorre sapere quello che vogliamo di preciso. Per realizzare qualunque Desiderio occorre sapere con chiarezza e nei minimi dettagli COSA si vuole.
Il PIN ha un Progetto ed è disposto a collaborare con tutti coloro che vogliono davvero un CAMBIAMENTO AUTENTICO…. A patto che ci siano.
Armando Siri – Presidente Pin



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -