Pakistan: arrestata perche’ gestiva bordello, condannata a corsi di religione

3 ott – Una donna pakistana arrestata perche’ gestiva un bordello a Peshawar e’ stata rilasciata su cauzione a patto che segua lezioni di religione. Lo riporta il quotidiano Down, spiegando che il mese scorso la polizia ha arrestato la donna insieme a cinque delle sue ‘impiegate’ e a un cliente. Il rischio che correva la donna era piuttosto alto, visto che la prostituzione e’ punita nel suo paese con il carcere fino a 25 anni. Ma il giudice Dost Muhammad Khan dell’Alta Corte di Peshawar, chiamato a pronunciarsi sul caso, ha deciso di darle una possibilita’ di redenzione.

Dietro il pagamento di una cauzione di centomila rupie, pari a circa mille dollari, la donna potra’ tornare momentaneamente libera, ma dovra’ accettare di farsi seguire da un imam, che le insegnera’ i principi dell’Islam in base ai quali la sua attivita’ costituisce un peccato grave. Entro il prossimo mese, l’imam dovra’ fare rapporto al giudice, che valutera’ se c’e’ stata la redenzione o se la donna dovra’ tornare in carcere. AKI



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -