Tortura romeno: arrestato Assessore immigrazione PD.

PALAZZO SAN GERVASIO (POTENZA) , 30 Sett -Lo hanno picchiato con un catena attaccata ad un carrucola e malmenato ulteriormente con una sbarra di ferro: è l’incubo vissuto da un uomo romeno, “colpevole”, secondo gli aggressori, di aver rubato un mezzo agricolo.

A compiere la tortura sono stati in due: Antonio Paradiso, assessore all’Immigrazione del comune di Palazzo San Gervasio, e il suo complice, F.G. 43 anni. Paradiso, eletto con la lista civica Alleanza Democratica (composta da Pd, Fli ed Mpa), fa parte del coordinamento locale del Partito Democratico.

Dopo circa un’ora di “trattamento” hanno deciso di lasciare andare l’immigrato, che ha dovuto farsi curare in ospedale lesioni e contusioni su tutto il corpo. Sono cominciate così le indagini dei Carabinieri e si è arrivati all’arresto anche per il pericolo che i due potessero reiterare il reato.

La vicenda, avvenuta ad agosto, si è conclusa quest’oggi con l’arresto dei due, che adesso dovranno rispondere di estorsione aggravata, violenza privata aggravata, lesioni personali aggravate, minaccia aggravata continuata.

I due arrestati sono accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione, violenza privata, lesioni personali e minacce, tutti aggravati.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -