GB: cristiani discriminati sul lavoro, udienza a Strasburgo

Licenziata dalla British Airways per una croce al collo

4 set – La Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo inizia oggi a esaminare i casi di 4 cittadini britannici, cristiani praticanti, che hanno fatto ricorso contro lo Stato accusato di non aver difeso in modo adeguato la loro liberta’ religiosa e il diritto a non subire discriminazioni sul posto di lavoro.

Nadia Eweida, impiegata alla British Airways, e Shirley Chaplin, infermiera, hanno denunciato il divieto imposto dai propri capi di indossare, in maniera visibile, la croce attorno al collo sul posto di lavoro.

Lilian Ladele, funzionaria dell’anagrafe, e Gary Mc Farlane, consigliere di Relate1, sono stati invece licenziati per essersi rifiutati di svolgere alcuni compiti che avevano visto come protagonisti delle coppie omosessuali. Secondo i due, infatti, le relazioni omosessuali sono contrarie ai propri principi di fede e i loro superiori avrebbero dovuto rispettare la loro liberta’ religiosa.

I 4 casi verranno esaminati oggi nel corso della prima udienza. Per la sentenza si dovra’ ancora attendere. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -