UE: alla Bce potere di assegnare o ritirare licenze bancarie

2 sett -BRUXELLES – Le banche dell’Eurozona riceveranno la propria licenza per operare esclusivamente dalla Bce. Lo prevedono le proposte europee per rafforzare l’integrazione finanziaria in vista dell’Unione bancaria. Il piano, che dovrebbe essere annunciato il 12 settembre, darebbe alla Bce la discrezionalita’ su quali banche sorvegliare direttamente e quali lasciare invece sotto le autorita’ nazionali, che invece manterrebbero il potere di decretare e gestire il fallimento degli istituti.

Nella proposta che la Commissione sta ultimando, l’idea, spiegano fonti vicino al dossier, e’ quella di attribuire alla Bce il potere di assegnare o ritirare la licenza bancaria per tutti gli istituti dell’eurozona a partire dall’inizio del 2014, con una fase transitoria in cui prima saranno coinvolte solo le banche che ricevono gli aiuti Ue (gennaio 2013), e poi tutte quelle sistemiche (luglio 2013). Si procedera’ quindi in parallelo con il graduale processo di centralizzazione della sorveglianza delle banche dell’eurozona nelle mani della Bce.

A preparare le decisioni dell’Eurotower sulle licenze, pero’, saranno le autorita’ di supervisione nazionali. Bruxelles vuole invece lasciare separata dalla sorveglianza la risoluzione degli istituti. ”Per noi sono due questioni che devono rimanere distinte”, ha sottolineato il portavoce del commissario al mercato interno Michel Barnier.

Se la supervisione sara’ quindi prerogativa della Bce, la gestione dei fallimenti delle banche sara’ delle autorita’ nazionali, in linea con la proposta presentata dalla Commissione a giugno. Ci saranno pero’ ”stretti legami” tra le due, in quanto spettera’ alla supervisione identificare gli eventuali rischi per un istituto, mentre sara’ compito delle autorita’ nazionali prendere i provvedimenti per gestirne la risoluzione. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -