Assaltato da clandestini il treno dei pellegrini di Lourdes

treno3 sett – Viaggio di speranza e di terrore per oltre 400 pellegrini e volontari diretti a Lourdes, la settimana scorsa. Il gruppo, partito con un treno dell’Unitalsi il 25 agosto e rientrato venerdì 31, è stato prima vittima di una sassaiola e poi assaltato da un gruppo di clandestini.

I guai per il convoglio sono iniziati appena oltrepassato il confine francese. Calate le tenebre, intorno alle 22, il vagone-ospedale che trasportava 120 malati è stato preso a sassate da ignoti. La pioggia di sassi proveniva da un cavalcavia.

Una delle pietre ha infranto il finestrino del vagone: solo il caso (o un miracolo) ha fatto sì che il sasso non colpisse nessuno, ma finisse tra i letti. Il capotreno si è visto costretto a una fermata di emergenza ed è subito partita la denuncia alla Polizia francese.

Il viaggio è ripreso, ma percorsi pochi chilometri, i pellegrini sono incappati in una seconda disavventura. Durante una sosta nottura nella cittadina di Sèteil convoglio è stato letteralmente assaltato da un gruppo di nove uomini, molto probabilmente clandestini, che hanno tentato di introdursi nel treno.

Il gruppo di sicurezza del convoglio è riuscito a tenere testa agli aggressori e a chiamare la Polizia, che in un primo momento ha allontanato i nove. I clandestini, però, hanno tentato un secondo assalto, fortunatamente senza riuscirci, e il treno è potuto ripartire alla volta di Lourdes.

Sull’episodio sono in corso degli accertamenti da parte delle autorità d’Oltralpe. trevisotoday



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -