Pakistan: arrestato imam che accusa bimba cristiana di blasfemia

Imam Khalid Jadoon

1 set. – Colpo di scena in Pakistan al processo contro la bimba cristiana accusata di aver ‘bruciato’ pagine del corano. La polizia ha infatti arrestato l’accusatore, l’imam Khalid Jadoon, con l’accusa di aver manipolato le prove contro Rimsha Maseeh.

A rivelare il fatto e’ stato un testimone oculare, Hafiz Muhammad Zubair. Lo riferisce la stampa locale. Zubair ha riferito che si trovava nella moschea per osservare l’Aitekaf (un periodo di ritiro in moschea) quando e’ venuto a conoscenza dell’episodio, specificando che Ammad, il principale accusatore di Rimsha, ha consegnato le pagine bruciate con i versi del Corano all’imam della moschea Khalid Jadoon, che pero’ ne’ aggiunte altre.

Zubair ha fatto il nome di altri due fedeli presenti al momento dell’accordo tra Ammad e l’imam. Per Jaddon sembra mettersi male: sempre Geo Tv riferisce che lo studioso Tahir Ashrafu ha chiesto al consiglio degli Ulema di stabilire quale punizione dovra’ essere inflitta all’imam. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -