Filippine, sisma 7.9: strade e ponti distrutti, popolazione in fuga, “allarme tsunami”

Manila, 31 ago. – Il sisma di magnitudo 7,9 che ha colpito la costa orientale delle Filippine ha distrutto strade e ponti e le popolazioni stanno fuggendo verso le zone collinari dopo l’allerta tsunami. Lo ha riferito alla Reuters un parlamentare, dopo che il Centro Vulcanologico nazionale aveva invitato i residenti che vivono vicino alla costa a evacuare le loro case e spostarsi nelle zone piu’ alte rispetto al livello del mare.
Diverse abitazioni nelle Filippine centrali e orientali, riferisce una stazione radio locale citata dall’Abc, sono senza elettricita’. L’allarme tsunami, diramato in seguito a un terremoto di magnitudo 7,9 al largo delle Filippine, e’ stato revocato per Giappone e Taiwan, oltre ad alcune isole del Pacifico tra cui le Hawaii. L’allerta resta in vigore per Filippine e Indonesia. Lo ha reso noto la National Oceanic and Atmospheric Administration. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -