Confcommercio contraddice Monti: ancora lontana l’uscita dalla crisi

29 ago. – “Il modesto aumento congiunturale registrato nel mese di giugno dalle vendite e’ un dato che conferma lo stato di estrema criticita’ in cui versa la domanda interna per consumi. Al netto della variazione dei prezzi, infatti, i volumi venduti risultano sostanzialmente in linea con il dato registrato a maggio e mostrano un ridimensionamento particolarmente marcato rispetto allo stesso mese dello scorso anno”. E’ questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio diffusi oggi dall’Istat.

La situazione di difficolta’ coinvolge ormai da tempo quasi tutti i segmenti di consumo – prosegue la nota di Confcommercio – ed interessa in misura molto accentuata la piccola distribuzione, dato che accresce le preoccupazioni sulla tenuta di una parte cosi’ importante della distribuzione che rischia di registrare, a fine 2012, un elevato numero di cessazioni di imprese”.

Anche il dato relativo al clima di fiducia delle famiglie, in peggioramento ad agosto soprattutto per il deteriorarsi della percezione relativa alla situazione personale, indica “che la fase piu’ negativa dei consumi non e’ stata ancora superata consolidando le ipotesi di un autunno difficile per la nostra economia”. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -