Coldiretti si preoccupa della qualità, non della povertà

29 ago. – A causa della crisi economica quasi un italiano su tre (29 per cento) ha aumentato la propria frequenza dei discount che con un incemento record del 3,9% hanno fatto registrare un vero boom nell’alimentare.

Emerge da un’analisi Coldiretti/Swg in occasione della divulgazione dei dati relativi al commercio al dettaglio di giugno. Aumenta dunque -sottolinea Coldiretti- la percentuale di italiani che a causa delle difficolta’ economiche sono costretti a risparmiare sul cibo.

Codacons: povertà di 8 mln di persone è una vergogna e un’infamia

Una tendenza che puo’ pero’ corrispondere anche una bassa qualita’. Risparmiare oltre un certo limite sul cibo puo infatti significare -conclude la Coldiretti- nutrirsi di alimenti che possono avere contenuto scadente, con effetti negativi sul piano nutrizionale, sulla salute e sul benessere delle persone.

Italia accogliente e solidale con tutti: ma, i nostri anziani rubano per mangiare!

Italia sempre più povera, allarme Istat

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -