Sanità Emilia Romagna: con nuove regole sparirano ambulanze dai comuni montani

28 ago – SANITA’, LEONI A FIANCO DEI VOLONTARI: “CON LE REGOLE DELLA REGIONE SPARIRANNO LE AMBULANZE DA MOLTI COMUNI DELL’APPENNINO. FARE DIETROFRONT PER SALVARE FONDAMENTALE SERVIZIO”

 

“Molti Comuni della nostra montagna potrebbero trovarsi senza più ambulanze a presidio del territorio. Le regole per l’accreditamento con le Ausl delle Pubbliche Assistenze e Misericordie che gestiscono ambulanze per i servizi di soccorso e trasporto sanitario sono così limitative che ben 11 associazioni di volontariato operanti nell’appennino della provincia di Modena rischiano di perdere l’accreditamento. Un’ipotesi inaccettabile. La Regione Emilia Romagna deve fare immediatamente dietrofront”.

 

Scende in campo a favore dei volontari e promette battaglia il Consigliere regionale Andrea Leoni che su una questione che preoccupa fortemente le popolazioni dell’Appennino della provincia di Modena ha immediatamente presentato un’interrogazione all’Assessore regionale alla Sanità Carlo Lusenti.

 

“In montagna – continua Leoni – vige il sistema della reperibilità che è talmente efficace che i tempi di attivazione e risposta sono estremamente contenuti. Con le nuove norme della Regione si assisterà al depotenziamento di un servizio garantito 24 ore al giorno e 365 giorni all’anno. In un territorio già fortemente penalizzato come quello montano, dove le difficoltà sono ben maggiori che in pianura, e dove la viabilità non è ottimale queste regole hanno messo in subbuglio anche i Sindaci della Comunità Montana del Frignano e dell’Unione di Comuni Montani Valli Dolo, Dragone e Secchia si stanno mobilitando a difesa delle Pubbliche Assistenze del territorio.

A questo punto – chiede il Consigliere Leoni nell’interrogazione – quali correttivi intenda varare la Regione per modificare le regole per l’accreditamento con le Ausl delle Pubbliche Assistenze e Misericordie che gestiscono ambulanze per i servizi di soccorso e trasporto sanitario affinché sia garantito che i Comuni dell’Appennino modenese che oggi hanno ambulanze a presidio del territorio non saranno sguarniti da questo fondamentale servizio.

Sarebbe gravissimo che – conclude Andrea Leoni – ancora una volta, i residenti della montagna debbano pagare con minori servizi la scelta di vivere, difendere e preservare un territorio come quello dell’Appennino della provincia di Modena”.

 

 Di seguito il testo dell’interrogazione presentata in Regione Emilia Romagna

Bologna, 28 agosto 2012

  Al Presidente

dell’Assemblea Legislativa

della Regione Emilia Romagna

Gruppo Assembleare

Il Popolo della Libertà
Il Consigliere regionale

Dott. Andrea Leoni



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -