Lo Stato si traveste da balia per fare cassa

28 ago.  – “Se scoraggiare consumi significa promuovere stile di vita più razionale e sobrio non è un risultato malvagio, preoccupazione economica non ha fondamento: si tratterebbe al massimo di un aumento di tre centesimi a bottiglietta, il valore importante è far riflettere su necessità di abitudini alimentari migliori specialmente per i più giovani”.

(Gli anziani invece possono continuare a fare la fila per un tozzo di pane  Anziani in fila al Pane Quotidiano: “La pensione non ci basta” )

Così ha affermato il ministro della salute, Renato Balduzzi, nel corso di una intervista ‘Prima di tutto’ il programma di Rai Radio 1. Rispetto al gettito di questa nuova tassazione Balduzzi ha spiegato che “dovrebbe orientarsi sui 250 milioni per anno“.

Tasse su bibite e superalcolici e stretta sul fumo e i videopoker. Sono alcune delle misure contenute nei 27 articoli del cosiddetto decretone, secondo la bozza della miniriforma della Sanità targata Balduzzi, presentata il 24 agosto alle regioni e che il 31 agosto dovrebbe approdare in Cdm.

Nel capo II della bozza, “Promozione di corretti stili di vita e riduzione dei rischi sanitari connessi all’alimentazione e alle emergenze veterinarie, all’articolo 11, comma 4, si legge infatti: “Con decreto del ministro dell’Economia e delle finanze, di concerto con il ministro della Salute, è introdotto per tre anni un contributo straordinario a carico dei produttori di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti e con edulcoranti, in ragione di 7,16 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato, nonché a carico di produttori di superalcolici in ragione di 50 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato”.

Chi vende sigarette ai minorenni rischia multe salate: fino a mille euro, e per i recidivi fino a 2 mila euro e sospensione 3 mesi dell’attività. Nel capo II della bozza, all’articolo 11, “Disposizioni in materia di vendita di prodotti del tabacco, di bevande e misure di prevenzione per contrastare la dipendenza da gioco d´azzardo patologico”, al comma 1 si legge infatti: “Chiunque vende o somministra i prodotti del tabacco ai minori di anni 18 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro. Se il fatto è commesso più di una volta si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 2.000 euro e la sospensione, per tre mesi, della licenza all’esercizio dell’attività”.

500 metri di distanza dei videopoker dalle scuole e ospedali bastano per tenere i giovani lontano dai videopoker? “Non tutto si può fare con divieti e occorrono anche azioni positive e di sensibilizzazione e una socialità che riesca a dare ai giovani speranza e non solo evasione – ha continuato Balduzzi – Però le risorse della politica sono quelle che sono quindi le mettiamo a disposizione, intanto è già qualcosa e serve a tutti a riflettere perché c’è un aumento delle dipendenze che creano problemi specie nelle famiglie più povere e in chi ha altri problemi qe quindi le isituzioni devono fare qualcosa”.

Certificati medici per attività sportiva: serve o no ok del medico sportivo? “Certamente basta il via libera del medico di base, solo una prima bozza che era circolata aveva fatto pensare alla necessità del medico sportivo, quello che è necessario è certificazione analitica, non solo un certificato di sana e robusta costituzione fisica ma qualcosa che dica che in ordine a quella specifica attività sportiva c’è una condizione fisica della persona che può giustificare quella attività. Non si cambiano le regole sui certificatori, si chiede solo certificazione più puntuale e precisa”. (TMNews)

 



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -