Rinnovabili: chiude la tedesca Sovello, 1.000 dipendenti licenziati

Berlino, 22 ago. – Chiude la produzione la Sovello, una delle aziende leader del fotovoltaico con sede nella Sassonia-Anhalt, nell’est della Germania.

Il curatore fallimentare Lucas Floether ha comunicato che, dopo i 500 licenziati all’inizio d’agosto, adesso anche i 500 dipendenti rimanenti riceveranno la lettera di dimissioni, poiche’ nell’attuale situazione di insolvenza si e’ riusciti solo a reperire i fondi per pagare i salari d’agosto.

“Al di la’ di questo mese non ci sono piu’ soldi”, ha precisato Floether, il quale ha aggiunto che la ricerca di un investitore disposto a rilevare l’azienda continua, anche se in mezzo alle difficolta’, anche perche’ il fatturato nelle ultime settimane e’ fortemente regredito.

Il presidente regionale del sindacato per la chimica e l’energia (IG Bce), Erhard Kopitz, ha chiesto al governo tedesco di intervenire con i fondi pubblici per salvare l’azienda, “poiche’ chiudere gli occhi adesso senza fare nulla significa perdere tutto. Ognuno e’ in grado di vedere quanto brutale e ingiusto e’ il mercato”.

Sovello era nata dopo lo smembramento del leader mondiale del fotovoltaico “Q-Cells”, ma nel maggio scorso era stata costretta a dichiarare l’insolvenza. Anche Q-Cells con i 1300 dipendenti rimasti e’ ormai fallita ed e’ in cerca di nuovi investitori. A mettere in crisi il solare tedesco e’ stata la concorrenza dai Paesi asiatici. agi



   

 

 

1 Commento per “Rinnovabili: chiude la tedesca Sovello, 1.000 dipendenti licenziati”

  1. Peccato per l’azienda Sovello. La crisi colpisce anche la forte Germania.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -