Profughi nigeriani vogliono piu’ soldi, volontari minacciati con mannaia

18 agosto 2012 – Urla, strepiti, minacce e botte. E’ stata una giornata difficile quella vissuta giovedì dagli operatori dell’Opera di Santa Rita nella sede di Montemurlo dove sono ospitati cinque profughi di origine nigeriana, arrivati un anno fa dalla Libia. Gli ospiti hanno protestato per chiedere «più cibo e più soldi».

Una prima scaramuccia si era verificata nel pomeriggio, poi verso sera la protesta è degenerata assumendo contorni violenti. Quattro profughi hanno minacciato di lanciare dal secondo piano un frigorifero dopo aver inveito contro gli operatori del Santa Rita nei locali della Misericordia di Oste.

Uno di loro ha anche afferrato una mannaia minacciando i volontari che hanno chiamato i carabinieri di Montemurlo. La protesta è nata dalla richiesta di avere più cibo e, soprattutto, soldi da parte della comunità. In un primo momento i carabinieri sono riusciti a riportare la calma. Ma i profughi, in serata, sono tornati all’attacco: dopo poche ore dopo uno di loro ha aggredito un operatore del Santa Rita causandogli lievi ferite. A quel punto sono arrivati i carabinieri, la polizia municipale e la Digos.

Il nigeriano era nervoso, e spalleggiato dalla moglie incinta, ha aggredito anche gli agenti ferendo due militari, un poliziotto e due vigili. Il nigeriano, 26 anni, è stato bloccato e arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, mentre la moglie è stata denunciata per resistenza in concorso. Il giovane è stato condannato ieri a otto mesi con la condizionale.

Fonte lanazione.it



   

 

 

4 Commenti per “Profughi nigeriani vogliono piu’ soldi, volontari minacciati con mannaia”

  1. Patrizia Franceschi

    Spero che Riccardi, sia informato di questi eventi e vorrei sapere che cosa ne pensa. Io li rimanderei a casa sua, così staranno meglio. E’ una vergogna che si debba agevolare questa gente prima dei nostri Italiani bisognosi.

  2. Claudio Giannelli

    Cari amici continuiamo pure a scandalizzarci progressivamente sempre + intanto l’immigrato aumenta di numero …. QUANDO SARANNO IN ABBASTANZA esagereranno sempre + e se noi a quel punto giustamente ci ribelleremo … sarà TARDI ……. a fanculo tutti i BUONISTI DI MERDA e i politici importatori di voti LA SITUAZIONE è GIA’ IRREVERSIBILE e Loro gli IMMIGRATI LO SANNO!!!

  3. Emanuele Tresca

    Facile parlare,la ragione non sta mai e solo da una parte.Dire che i volontari siano brave persone,è come dire che tutti i cristiani sian brave persone.Dimentichi che la razza umana è indecente.

  4. E noi giustamente li mettiamo in galera, a spese dei contribuenti ed aggravando la situazione nelle carceri che sono stracolme di ladri di polli come questo qui.

    Quando si comportano bene sono i benvenuti, dobbiamo aiutarli ed integrarli al meglio… ma quando iniziano a pretendere troppo e addirittura ade ssere violenti… foglio di via e fuori dalle palle.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -