Libano: scontri armati a sfondo religioso, un morto e feriti

9 agosto – Almeno un morto e nove feriti è il bilancio di scontri armati a sfondo confessionale registratisi nelle ultime 24 ore in tre diverse località del Libano, nel quadro delle tensioni tra sostenitori del regime di Damasco e loro rivali.

A Sidone, 40 km a sud di Beirut, uomini armati vicini allo shaykh salafita Ahmad al Asir si sono scontrati con rivali del movimento nasseriano locale, causando il ferimento di tre persone di cui una donna.

A Tripoli, sulla stessa linea di costa di Sidone ma a 130 km più a nord, si sono registrati ieri sera scontri tra salafiti locali e uno shaykh alleato del movimento sciita Hezbollah, col conseguente ferimento di sei persone.

Nella remota regione libanese di Akkar, libanesi sunniti che tentavano di portare in salvo verso Jabal Akrum alcuni feriti dalla martoriata cittadina siriana di Qusayr, proprio oltre confine, si sono scontrati col clan sciita dei Jaafar, dominante nel villaggio di Hurani, perché questi ultimi non hanno permesso al convoglio di attraversare il villaggio: almeno un morto.(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -