Crisi – Ecco com’è ora Detroit, ex capitale dell’automobile: una discarica per cadaveri

8 agosto – Non ci sono soldi per demolire questo marciume, la riqualificazione urbana è fuori moda. Detroit non è l’unica  ad essere ridotta così. Ci sono posti simili in alcune zone a nord di Chicago, St. Louis, East St. Louis, il Bronx, e Watts.

Parti abbandonate e trascurate della città stanno rapidamente diventando discariche per i morti. Ne hanno trovati almeno una dozzina negli ultimi mesi e le autorità riconoscono che c’è poco da fare.

I corpi sono stati volutamente nascosti o eliminati nei vicoli, case, campi liberi, garage abbandonati e persino in un canale. Sette delle vittime si ritiene siano state uccise fuori da Detroit e poi gettate all’interno della città.

Secondo quanto riferisce msnbc.msn.com questo è il risultato del degrado urbano e suburbano dovuto alla crisi e alla rivolta razziale . Nel corso del tempo, decine di migliaia di case si sono deteriorate, alcune sono crollate, altre sono state demolite.

Due ragazzi, Jacob Kudla e Jourdan Bobbish, sono stati trovati il 27 luglio in un campo off Lyford Street, una strada solitaria che costeggia una zona industriale e un piccolo aeroporto municipale. I ragazzi erano andati a trovare lo zio Kudla a Detroit, quando sono scomparsi, il 22 luglio.

I loro cadaveri sono stati trovati da qualcuno che camminava lungo la strada desolata.

A metà luglio, i corpi decapitati di una coppia sono stati estratti dal fiume Detroit in un canale. Le autorità dicono che sono stati uccisi e smembrati nella loro casa, aella periferia di Allen Park, e poi portati  in una zona poco frequentata e gettati in acqua.

A dicembre, i corpi di due donne sono stati trovati in un’auto parcheggiata nei pressi di una casa vuota. Sei giorni dopo, i resti gravemente ustionati di due altre donne sono stati ritrovati  nel bagagliaio di un’auto. La polizia ritiene che tutti sono stati uccisi altrove e scaricati a Detroit.

Detroit ha più di 30.000 case vuote e la crisi ha strozzato la città, che non ha piu’ risorse proprie . Il sindaco Dave Bing sta promuovendo un piano per abbattere il maggior numero possibile di vecchi edifici usando i soldi federali.

Ma è difficile tenere il passo. Circa 250mila persone hanno abbandonato  Detroit tra il 2000 e il 2010, lasciando poco più di 700.000 abitanti in una città costruita per 2 milioni.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -