Somalia, comico ucciso per le sue battute sull’islam

3 agosto –  Un famoso comico e autore somalo è stato ucciso oggi per aver pubblicamente preso in giro i militanti islamici e le loro tecniche di lavaggio del cervello nei confronti dei bambini e le loro azioni contro i civili somali.

Abdi Jeylani Malaq, comico radio e tv di 43 anni, è stato ucciso di fronte alla sua abitazione di Mogadiscio da due giovani.

Abdi Muridi Dhere, un collega della vittima, si è dichiarato estremamente rattristato e preoccupato dall’uccisione: secondo lui, Mogadiscio sta tornando ai suoi “giorni oscuri”. Solamente quest’anno sono stati uccisi sette giornalisti in quelli che sembrano attacchi mirati, e secondo Dhere il governo deve attuare delle misure di sicurezza a protezione dei civili.

In seguito alla morte del comico, Amnesty International e altre organizzazioni internazionali hanno chiesto che si ritorni ad uno stato di diritto in Somalia.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -