XXIV FESTIVAL INTERNAZIONALE DI SANTO STEFANO

BOLOGNA 29 GIU – Il Concerto posticipato dal 28 al 29 per la concomitante semi-finale europea di calcio Italia-Germania si terrà venerdì 29 giugno 2012 – ore 21,1 nel Chiostro della basilica di S. Stefano – Bologna

Il suo violino incanta il pubblico a ogni latitudine, dalla Cina agli States, dall’Italia all’Argentina.

La tecnica brillante, unita a una rara musicalità e a una sensibilità interpretativa fatta di originalità e rigore, fà di Francesca Dego una splendida virtuosa dell’archetto. Pubblico e critica, unanimi, l’hanno collocata tra le migliori interpreti italiane della nuova generazione.

Francesca Dego è a Bologna, ospite del XXIV Festival di S. Stefano, venerdì 29 giugno (data posticipata per motivi calcistici, chiostro della basilica-ore 21,15) per un concerto, nato in collaborazione con NaturaSì, che prevede un programma scelto dalla stessa Dego in esclusiva per il Festival: la prima esecuzione pubblica dell’opera più impegnativa e difficile per ogni virtuoso dell’archetto, cioè i celeberrimi 24 Capricci op. 1 di Niccolò Paganini, che eseguirà integralmente su un preziosissimo violino costruito da Giuseppe Guarneri del Gesù, concesso dalla “Florian Leonhard Fine Violins” di Londra: lo stesso col quale il grande violinista Ruggero Ricci nel 1959 realizzò la sua miracolosa incisione integrale dei Capricci di Paganini per la Decca.

Con Francesca Dego si coglie subito la particolarità di un talento personale manifestatosi a soli 3 anni con l’orecchio assoluto per la musica e l’attrazione “fatale”per il violino ( il padre noto scrittore è anche un violinista per diletto mentre la madre americana è cantante lirica) e in una recente intervista televisiva, ha affermato lei stessa:“non ho ricordi del prima”. Insomma è nata con il violino in mano.

Allieva prediletta di Salvatore Accardo, il grande maestro dice di lei: “E’ uno dei talenti più straordinari che io abbia incontrato. Possiede una tecnica infallibile e brillante, un suono bello, caldo, affascinante, la sua musicalità e al tempo stesso fantasiosa e molto rispettosa del testo”.

Francesca Dego è un’autentica specialista della musica di Niccolò Paganini, autore con cui si è imposta all’attenzione internazionale a soli 18 anni nel 2008 al prestigioso Concorso Paganini di Genova, dove è stata la prima violinista italiana ad entrare in finale dal 1961, aggiudicandosi il premio speciale “Enrico Costa” riservato al più giovane finalista.

Del resto Francesca Dego da oltre 10 anni, si è affermata come solista, suonando con importanti orchstre  tra cui l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta da Wayne Marshall, i Cameristi della Scala, la Filarmonica del Conservatorio di Milano diretta da Gyorgy Gyorivanyi Rath, l’Orchestra di Sofia, l’Orchestra Arturo Toscanini, I Solisti di Rostov, l’Orchestra Sinfonica ‘M.Yora’ di Bacau, solo per citare alcune grandi formazioni.

E’ molto attiva anche in ambito cameristico, esibendosi regolarmente con la pianista Francesca Leonardi e collaborando con i più grandi musicisti nazionali quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Rocco Filippini, Franco Petracchi e Antonio Meneses. Con Giuranna e Meneses ha partecipato ad una recente tournèe in Sud America, protagonista in sale prestigiose quali il Teatro Solis di Montevideo e il Teatro Coliseo di Buenos Aires. La sua registrazione del concerto di Beethoven, quando aveva solo 14 anni, è stata usata come colonna sonora per il film documentario americano “ The Gerson Miracle” vincitore della Palma d’Oro 2004 al prestigioso Beverly Hills Film Festival.

Estratti dei suoi concerti sono stati trasmessi in programmi televisivi in Italia, Germania, Stati Uniti e Isdraele, su Rai 3, Radio Classica, Radio Popolare e alla Radio della Svizzera Italiana.

Il prezzo del biglietto è di Euro 15 e la prevendita relativa anche al concerto di chiusura  del Festival, è aperta ogni giorno ( 9-12,30 / 15,30-18,30 ) presso la Sala del Museo di S. Stefano, piazza S. Stefano, Bologna (tel. 051.223256).

Per i possessori della Card NaturaSì è prevista la promozione di Euro 13.

Nel rispetto della finalità del Festival, Inedita devolve l’intero ricavato dei concerti alla Comunità Monastica Benedettina-Olivetana, per la tutela dell’insigne monumento.

Nel caso di maltempo il concerto si svolgerà all’interno del complesso di S. Stefano.

 Organizzazione a cura di: Inedita per la Cultura – Flavia Ciacci Arone di Bertolino

Direzione artistica: Alberto Spano

Ufficio stampa: Inedita per la Cultura – Flavia Ciacci Arone di Bertolino . cell. 335.6253995e-mail: inedita@tin.it. Ulteriori informazioni e le singole foto degli artisti sono scaricabili dal sito: www.ineditasrl.it.

 Il Festival è presente sul sito Iperbole.Cultura nella sezione Informazioni/Vieni a Bologna www.comune.bologna.it/cultura/informazioni.php, sul sito della Regione www.emiliaromagnaturismo.it come proposta culturale di interesse turistico e su Twitter sezione Cultura.

E’ presente sul sito del gruppo Bologna Art Hotels  www.arthotel.it

 Il XXIV Festival di Santo Stefano 2012 gode del patrocinio di:

 MINISTERO  PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

COMUNE DI BOLOGNA                                            

REGIONE EMILIA ROMAGNA

ALMA MATER STUDIORUM

CONFCOMMERCIO ASCOM BOLOGNA

CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA

con il contributo di

CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA

COMUNE DI BOLOGNA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA

FONDAZIONE DEL MONTE DI BOLOGNA E RAVENNA

 in collaborazione con

ACF Trading,

ALLIANZBANK

BOLOGNA ART HOTELS

CONFCOMMERCIO ASCOM BOLOGNA

GRAFICHE DELL’ARTIERE

NATURASI’

ORDINE E FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

PwC

UNICREDIT

 

si ringrazia

FONDAZIONE FORENSE BOLOGNESE  ( Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -