Cassazione: sì alla coltivazione di marijuana sul balcone

28 giu – Lecito coltivare una piantina di cannabis in casa. Lo dice la Cassazione secondo la quale la coltivazione di una sola pianta di canapa indiana “non è idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica”.

Usa: il cannibale ucciso a Miami aveva assunto solo marijuana

In pratica, secondo la Suprema Corte, una sola pianta non può essere considerata “offensiva”. Ecco perché la Quarta sezione penale ha bocciato il ricorso della Procura di Catanzaro che chiedeva la condanna di Giuseppe M. per avere coltivato sul balcone di casa una piantina di canapa contenente principio attivo pari a 16 mg.

Spiega la Cassazione che “è da ritenere che il giudice di merito ha riconosciuto a fronte delle oggettive circostanze del fatto e della modestia dell’attività posta in essere una condotta del tutto inoffensiva dei beni giuridici tutelati dalla norma incriminatrice”. adnk



   

 

 

1 Commento per “Cassazione: sì alla coltivazione di marijuana sul balcone”

  1. dunque vediamo di chiarire bene … quanto può essere grande la pianta? Ed il vaso? Se non è nel balcone ,ma in un altro posto della casa , va bene lo stesso? Se gli uccellini vanno a beccare la pianta e poi si schiantano contro un muro , sono passibile di denuncia da parte della Lipu? E soprattutto .. le cartine per confezionare le sigarette vanno piantate nello stesso vaso? Mah!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -