Iran contro A.Saudita: rendere conto degli iraniani giustiziati

Ramin Mehmanparast

27 giu – L’Arabia Saudita deve rendere conto per la recente esecuzione di cittadini iraniani. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Ramin Mehmanparast, nel suo incontro settimanale con la stampa.

Per il portavoce, l’Iran non puo’ ignorare la questione delle esecuzioni, perche’ “nessun paese, ne’ l’Arabia Saudita ne’ alcun altro stato, ha il diritto di trattare i suoi cittadini in questo modo. E’ una questione molto grave e la affronteremo a livello legale e internazionale”.

Iran: impiccati 3 fratelli della minoranza araba

Mehmanparast, citato da PressTv, ha quindi annunciato che inviera’ in Arabia Saudita una delegazione di diplomatici e avvocati, che affiancheranno i legali dei cittadini iraniani detenuti nel paese arabo. “Il governo saudita deve rispondere delle sue azioni”, ha aggiunto.

Lo scorso 18 aprile, PressTv riportava la notizia di otto marinai iraniani giustiziati tre giorni prima nella citta’ saudita di Dammam senza processo. Altri 10 sarebbero stati giustiziati il 30 maggio. Per Mehmanparast si tratta di un gesto “disumano” che viola il diritto internazionale. Altri cittadini iraniani sarebbero detenuti nelle carceri saudite in attesa di esecuzione. aki

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -