Infibulazione: donna teme per la figlia, allontanato padre egiziano

TRENTO, 27 GIU – Una mamma trentina teme che il marito, di origini egiziane, intenda fare praticare l’infibulazione sulla loro figlia di 5 anni. Fatto e’ che il timore ha spinto la donna a rivolgersi al Tribunale dei minori.

Il risultato e’ un provvedimento del gip di allontanamento dell’uomo dalla famiglia, anche se nega di avere queste intenzioni. Tutto e’ nato dopo che l’uomo era andato in Egitto, portando con se’ il figlio minore, 2 anni. Al ritorno la madre aveva scoperto che il piccolo era stato circonciso: non una mutilazione, come noto, ma la donna non era d’accordo, mentre la religione musulmana lo impone. (ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -