Aids, Marocco: 80% dei sieropositivi non sa di esserlo

27 giu – L’80 per cento dei marocchini sieropositivi ignora la propria condizione. La drammatica denuncia e’ venuta dal ministro marocchino della Salute, Hossein El Ouardi, che ha sottolienato come questa situazione agevoli la trasmissione del virus.

Secondo le statistiche ufficiali citate dal ministro, il Marocco ha 29.000 sieropositivi (cioe’ lo 0,15 per cento della popolazione) e di essi appena 6.453 sanno di essere stati contagiati dal virus.

El Ouardi ha quindi annunciato il lancio di una grande campagna di prevenzione e di sensibilizzazione al problema, affinche’ quante piu’ persone possibili si sottopongano agli accertamenti e, nel caso di virus conclamato, siano sottoposte a terapie efficaci.

Attalmente sono 200 i centri che possono fare questi accertamenti, e 50 sono gestiti da Ong. Nel giro di sette anni, cioe’ dal 2004 al 2011, le diagnosi eseguite sono passate da ottomila a 57 mila.

In Marocco sono i rapporti sessuali le occasioni di trasmissione del virus (circa l’85 per cento). Di recente il Marocco ha varato un piano di prevenzione dell’Aids, che ha una dotazione economica di 72 milioni di eruo. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -