Cinghiate a moglie sordomuta e poi cerca di avvelenarla: arrestato cingalese

GENOVA, 19 GIU – Un cingalese di 45 anni prima ha preso a cinghiate la moglie sordomuta e poi avrebbe cercato di avvelenarla con un insetticida. E’ accaduto a Genova, nella zona di Staglieno. Oggi, davanti al gip Massimo Cusatti che ha convalidato l’arresto disponendone la custodia cautelare in carcere l’uomo, accusato di maltrattamenti e difeso dall’ avvocato Roberto Curcuruto , ha negato ogni addebito. La richiesta di custodia in carcere e’ stata avanzata dal pm Puppo.

A chiamare i carabinieri era stato un vicino di casa che aveva sentito la figlia della coppia chiedere aiuto. Il cingalese aveva gia’ patteggiato dieci mesi di reclusione con la condizionale per aver picchiato la moglie. (ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -