Pakistan, vaccinazione contro poliomelite è contraria all’Islam, imam dichiara Jihad

15 giu – Un religioso di Muzaffargarh, nel Sud del Pakistan, ha dichiarato che la campagna di vaccinazione contro la poliomelite è contraria all’Islam e per questo ha lanciato un Jihad contro il team di medici giunto nell’area per condurre la campagna di immunizzazione.

In base a quanto si legge sul quotidiano ‘The Express Tribune’, una squadra di medici incaricati di fare le vaccinazioni è entrata nella zona rurale di Muzaffargarh, a Khan Pur Bagga Sher, e ha chiesto alle famiglie locali di collaborare. Quando l’imam Maulvi Ibrahim Chisti ha saputo della campagna, si è immediatamente recato nella moschea della zona per affermare che il vaccino anti polio era in realtà un “veleno” ed era contrario ai precetti dell’Islam.

Il passo successivo è stato dichiarare un Jihad, considerato come “l’unica opzione” per allontanare la squadra dei medici nel caso in cui questi volessero costringere qualcuno a vaccinarsi. L’effetto è stato che i medici sono tornati nella città di Muzaffargarh senza aver condotto l’immunizazione.

E’ scattata un’inchiesta della polizia, ma l’imam Chisti aveva già fatto perdere le proprie tracce. Gli abitanti della zona hanno spiegato che il religioso ha cercato di convincerli che la campagna anti polio era una “cospirazione occidentale” per rendere la popolazione impotente. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -