Investì e sterminò una famiglia: condannato a 2 anni con sospensione di pena

15 giu – Esattamente un anno e mezzo fa, il 15 gennaio 2011, guidando a velocità folle la sua Bmw per le strade di Campobello di Mazara, comune in provincia di Trapani, travolse un’altra auto uccidendo tre delle quattro persone a bordo: due bambini di 10 e 12 anni, e la loro madre di 37.

Eppure, il responsabile di quell’omicidio colposo plurimo non farà neanche un giorno di carcere. Oggi, infatti, il gip di Marsala ha condannato Fabio Gulotta, il 22enne che era alla guida della Bmw, a 2 anni con la sospensione della pena. Un epilogo dovuto al fatto che il giovane, che secondo l’accusa al momento dell’incidente guidava in stato d’ebbrezza, ha patteggiato la pena.

L’unico a salvarsi da quel tragico schianto fu il capofamiglia, un ufficiale dell’Aeronautica, il quale però non resse al dolore della scomparsa dei suoi cari, suicidandosi pochi mesi dopo l’impatto.

Sgomento il fratello della donna che morì nell’incidente, il quale ha commentato con amarezza la sentenza, sottolineando come lo “Stato italiano tutela chi uccide le persone”. tmnews



   

 

 

1 Commento per “Investì e sterminò una famiglia: condannato a 2 anni con sospensione di pena”

  1. ma perchè qualche volta non ammazzano moglie figli di qualche giudice? Voglio vedere se poi li mettono fuori subito!
    Ha ragione il fratello della signora ,,, lo stato tutela solo gli assassini ed i delinquenti …. d’altra parte ….

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -