Israele: sull’Iran la decisione è già stata presa

Il vicepremier Yaloon: “Bombardare Teheran o permettergli l’atomica? La prima.”

Moshe Yaloon

TEL AVIV – I media israeliani hanno diffuso un intervento pubblico dove il vicepremier Moshe Yaloon (del partito di destra Likud) rende noto che “se Israele si troverà costretto a scegliere tra bombardare l’Iran o permettere a Teheran di avere un arsenale atomico operativo, sceglierà la prima alternativa“.

«Israele non potrebbe accettare a nessun costo di ritrovarsi con un coltello alla gola», ha aggiunto Yaalon, ex capo di stato maggiore e membro del gabinetto governativo ristretto della sicurezza nazionale, che ha così ribadito in parole esplicite moniti del premier Benyamin Netanyahu e del ministro della Difesa, Ehud Barak.

Yaalon ha invocato anche un rafforzamento delle «sanzioni diplomatiche ed economiche verso l’Iran», altrimenti «il momento della verità potrebbe arrivare presto». www.cdt.ch



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -